Lamezia Terme   versione testuale
30 novembre 2017

Delegazione Fisc Calabria
 
Verbale incontro del 30 novembre 2017 - (Lamezia Terme)
 
Giovedì 30 Novembre, a Lamezia Terme, il Presidente della Fisc, don Adriano Bianchi e Alessia Caricato, per l’Associazione Corallo e Radio InBlu, hanno partecipato all’incontro della delegazione regionale Fisc presieduta dal vescovo delegato per le comunicazioni in Calabria, S. E. monsignor Luigi Renzo. La riunione è stata allargata anche ai referenti per le testate radio televisive di ispirazione cristiana e/o che collaborano con le diocesi. L’incontro si è aperto con la presentazione di  don Enzo Gabrieli vice presidente Fisc e delegato regionale.
Presenti i delegati delle testate iscritte alla Fisc: don Davide Imeneo (Avvenire di Calabria – Reggio Calabria), Domenico Marino (L’Abbraccio di Cassano), don Giovanni Scarpino (Comunità nuova – Catanzaro), Giovanni Luca (Pandokeion – Locri), Anna Russo (Camminare insieme – Rossano), don Gaetano Currà (Comunità in Cammino – Mileto), Saveria Maria Gigliotti (Lametia nuova online – Lametia), don Enzo Gabrieli (Parola di Vita – Cosenza)
Assente il responsabile del periodico Kairos di Crotone don Francesco Spadola.
Hanno partecipato anche alcuni direttori degli uffici diocesani.
Per le testate radiotelevisive hanno partecipato: Salvatore Taverniti (Radio Squillace – Cz), Giuseppe Marra (Antenna Febea – Rc), Salvatore Cataldo (Prima Radio n. – Locri), Francesco Ciacco (Radio Jobel – Cosenza).
Il delegato regionale, don Enzo, ha presentato la situazione della delegazione calabrese e illustrato i motivi dell’incontro, primo fra tutti quello delle nuove possibilità offerte dalla legge sull’editoria sia per i settimanali sia per le radio e le televisioni. Lo stesso delegato ha chiesto a don Adriano, come presidente dell’Acec, anche un piccolo intervento relativamente all’esperienza, tutta nuova per il sud, su iniziative di tipo cinematografico: arene estive e soprattutto il rilancio delle sale della comunità.
Nel corso dell’intervento il delegato ha dato il benvenuto al direttore del nuovo periodico iscritto alla Fisc della diocesi di Mileto-Nicotera-Tropea e al direttore, don Gaetano Currà che di diritto entra in delegazione.
Don Bianchi e la Caricato hanno esposto le opportunità che la nuova legge sull’editoria offre alle realtà della comunicazione nelle diocesi, rispondendo anche alle varie domande di chiarimento e analizzando in dettaglio le singole realtà territoriali. Allo stesso tempo è stato dato a tutti l’incoraggiamento a non mollare, cercando la via propositiva nei confronti dell’episcopato calabro che risulta molto attento agli sviluppi della comunicazione e alle nuove vie. Nel corso dell’incontro don Adriano ha anche ribadito, ancora una volta, che le diocesi possono utilizzare una parte dei fondi 8xmille trasferiti annualmente dalla Cei, per il settore della comunicazione perché essa, a pieno titolo, rientra nella pastorale e nell’evangelizzazione.
Il quadro complessivo della situazione calabrese è risultato incoraggiante, nonostante le difficoltà che vivono alcune piccolissime realtà diocesane; da più parti si è auspicato  un lavoro sinergico in diocesi e tra chiese sorelle. “Non si può pensare una comunicazione a compartimenti stagni dentro e fuori la diocesi” ha detto don Bianchi, richiamando l’orientamento Vaticano e della Cei per uno e lo stile ecclesiale di collaborazione sia in chiave di produzione che di formazione.
Il presidente ha anche richiamato le nuove possibilità formative proposte dalla Fisc e dal Corallo, una delle quali avrà inizio proprio il 1 dicembre a Roma per i giornalisti e operatori di comunicazione dei media cattolici.
Fra le difficoltà emerse per le piccole realtà calabresi in vista di un possibile accesso ai contributi editoriali sono emerse quelle della ristrutturazione giuridica dell’ente gestore/editore, l’assunzione e i contratti; su quest’ultimo aspetto, il più delicato,  il presidente ha illustrato anche in nuovo accordo contrattuale Corallo che in alcuni casi può facilitare la contrattualità.
 
Don Enzo Gabrieli  (delegato regionale)
segnala questa paginastampa questa pagina